Quando il lavoro diventa qualcosa di più…

Standard

Caro diario,

non lo credevo possibile, ma è successo: sto cominciando ad affezionarmi a questo mostriciattolo mangia-caccole. Anche se mi fa arrabbiare tutto il giorno, ascolta solo la metà delle cose che dico e pretende di essere al centro dell’attenzione del mondo intero, non posso fare a meno di sorridere quando viene a darmi un bacino, o mi sussurra “te quiero”, o quando la mattina mi viene a svegliare per farsi fare un po’ di coccole nel mio letto. E’ inutile che mi meravigli tanto, dopotutto non sono una persona senza cuore, è del tutto normale affezionarsi alle persone quando ci passi un po’ di tempo assieme, figurarsi vivere con un bimbo di quattro anni! 😉

In realtà non mi sto affezionando solo al bambino, ma anche alla madre. C’è complicità, mi piace che troviamo sempre del tempo per fare i nostri cuscini all’uncinetto e parlare un poco. Mi sento molto vicina a lei e la vedo come un’amica; abbiamo comunque un nanerottolo “in comune”, in un qual senso… xD

Oggi non è stata una giornata magnifica e sfortunatamente ci sono stati molti problemi non solo riguardanti il bimbo, e di cui non voglio assolutamente parlare. Il giorno non è ancora finito e mi è toccato lavorare il triplo del solito; sono stanca, vorrei solo buttarmi a letto e invece ho ancora mille cose da fare e il bimbo da mettere a dormire. Non so dove prenderò la forza necessaria dopo una giornata così, ma devo farcela. Di sicuro non mi sarei mai aspettata niente del genere quando ho deciso di iniziare questa avventura.

Un saluto a tutti i pellegrini! 🙂

Annunci

»

  1. Ciao ti seguo da un po’..mi piacerebbe fare una vacanza-lavoro del genere, sai per guadagnare qualche soldino e allo stesso tempo divertirmi..
    Come riesci a gestire lo studio?
    Sapresti consigliarmi a chi rivolgermi?Non mi dispiacerebbe avere qualche soldo da parte..però non vorrei allo stesso tempo lasciar perdere gli esami..mi sentirei una totale fallita..
    CIao fammi sapere :))

    • Ciao, forse ti sei persa la parte iniziale del “diario di una au-pair” dove spiego tutto: perchè lo sto facendo, dove si trovano tutte le info, ecc… Comunque, io mi sono rivolta presso la Welcome Agency di Torino e ho deciso che farlo appunto per prendere una pausa dall’università. Purtroppo ti devo dire che è davvero impossibile studiare con un lavoro simile, io ho la giornata piena con il bimbo e non ho nemmeno il tempo di rilassarmi leggendo un libro, figurati preparare anche solo un esame! 😀 Se però conosci gente che riesce a conciliare le due cose, beh, complimenti! 🙂 ti lascio qui il sito delle ragazze alla pari, dove c’è scritto tutto per filo e per segno: http://www.aupair-world.it/index.php/faq/
      Spero di essere stata abbastanza esauriente… per altre domande, io sono qua 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...